sabato 11 maggio 2019

L’amica geniale dal libro alla serie

Domenica 12 maggio nella Sala Oro del Salone del Libro, si è tenuto un incontro con Saverio Costanzo, regista della serie televisiva “L’amica geniale“, tratta dall’omonimo romanzo di Elena Ferrante. Egli ha letto le lettere scambiate con l’autrice durante le riprese della prima stagione: é stata una sfida conciliare le necessità di una sceneggiatura con lo stile lento e riflessivo dell’autrice. Saverio pur riconoscendo la difficoltà di riportare in chiave

Cucine vicine

Ormai le famiglie sono “ita-straniere”, simbolo di un’integrazione già avvenuta attraverso il cibo. Questo è stato il punto focale dell’incontro tenuto sabato 11 maggio nell’Arena Piemonte, a cura  di Concorso letterario Lingua Madre. Attraverso il cibo e il ruolo delle donne, che per anni è stato trascurato da una società ancora prevalentemente maschilista, si sono potuti abbattere pregiudizi e incomprensioni tra le diverse culture, argomento cardine del libro “Pasta fritta”

Vivicrazia: comprendere la Democrazia attraverso un gioco

La democrazia disegnata, incontro moderato da Francesco Pacifico, ha avuto come ospiti Takuoa Ben Mohamed, Gianluca Costantini, Tuono Pettinato e Andrea Comollo. I primi tre hanno parlato di come siano riusciti ad utilizzare il fumetto usando le tematiche della Democrazia, mentre Andrea ci ha parlato del progetto Vivicrazia. ASCOLTA L’INTERVISTA

La storia continua

Nell’Arena Bookstock si è svolto l’incontro “La storia continua” diretto dagli attori Marica Bonelli, Laerte Neri e Paolo Simonelli, che hanno subito iniziato lo spettacolo intrattenendo il giovane pubblico entusiasta. Con la frase “la fantasia è una fuga dalla realtà”, il narratore ha iniziato insieme al pubblico un viaggio magico che ha preso spunto da “La storia infinita” di Michael Ende. A questo punto ha introdotto gli altri attori, chiamati

Pensa come Leonardo da Vinci

“L’intelligenza e il sapere sono la strada della libertà”:questa è la frase simbolo dell’incontro “Pensa come Leonardo da Vinci” presentato da Carlo Carzan e Sonia Scalco, autori dell’omonimo testo edito da Editoriale Scienza. Il libro e l’incontro, ricchi di giochi matematici e logici, sono interamente pensati per un pubblico  giovane; proprio per questo si autodefiniscono “allenatori di cervelli” in grado di far connettere i due emisferi, migliorandone le capacità. Per dare

L’età dei muri

“Pretendo di poter sognare un mondo senza muri” dice Carlo Greppi durante l’incontro nella Sala El Dorado, in occasione della presentazione del suo nuovo libro “L’età dei muri”, edito da Feltrinelli. I ragazzi del liceo di Pordenone conducono l’incontro ponendogli alcune domande a cui lui risponde in modo cordiale ed esaustivo. La passione per la storia gli è stata trasmessa dal padre e da un suo professore universitario. Dopo aver scritto diversi

Il nostro West

Il mito del West da sempre affascina i lettori italiani e sta nuovamente prendendo piede nella nostra letteratura, al punto da influenzare alcuni cineasti, fumettisti ed editor amanti di questo genere che hanno ripreso nelle loro opere questa struttura romanzesca. Il Western americano è stato un genere che storicamente ha costruito la propria epica in diretta, al punto che era difficile distinguere le sue storie dalla cronaca. Il tema della

Saviano, “In mare non esistono taxi”

“In mare aperto basta lo schiaffo di un’onda per ribaltare un’imbarcazione”, così ha esordito Saviano alla conferenza, per mettere in luce la facilità con cui venga trascinata sul fondo anche una pesante verità. E’ più facile abbandonarsi alle bugie che ci vengono dette, che fidarci di una verità non immediata, ma difficile da concepire, che ha bisogno di tempo per essere compresa. Roberto Saviano, con “In mare non esistono taxi”,

Disumanizzazione e razzializzazione: basta alla superiorità europea

Più di 500 persone hanno seguito, ieri, l’incontro presso la sala oro del Salone del Libro di Torino con Aboubakar Soumahoro, giovane sindacalista di USB e autore di “Umanità in rivolta”. L’evento, moderato da Nadia Terranova, ha dato la possibilità allo scrittore di esporre alcuni dei temi più caldi del suo libro. Il tema centrale è la disumanizzazione, con particolare riferimento alle parole di Primo Levi secondo cui il sistema

Anche l’editoria è un’azienda

Il pubblico italiano è diffidente verso il mercato del libro: l’associazione tra un oggetto “puro” e il denaro non sembra possibile. Una visione discendente dal sistema scolastico, abituato a sancire ciò che è bello e ciò che è brutto, e dalla più recente critica nei confronti dell’industria culturale. Traendo spunto dal libro “I Dieci del Novecento” di Bruno Pischedda, al Salone Internazionale del Libro si è parlato del rapporto tra