Cronache letterarie

Lacrime virili dietro le sbarre

Shaun Bauer, giornalista della rivista di “Mother Jones”, Nigel Poor,insegnante volontaria del carcere di San Quentin in California e Earlonne Woods, ex galeotto di San Quentin, hanno raccontano sabato 5 ottobre a Internazionale  la vita all’interno delle prigioni statunitensi. L’ex carcerato e gli altri detenuti in collaborazione con Nigel hanno creato un podcast intitolato “Ear hustle”, che riporta l’esperienza dei carcerati, attraverso l’uso di suoni e rumori provenienti dalla prigione. Dall’inizio

Gilberto Corbellini: nel paese della pseudoscienza.

Gilberto Corbellini, epistemologo e professore di bioetica presso l’Università La Sapienza di Roma, ha presentato al pubblico di Portici di Carta il suo nuovo libro Nel paese della pseudoscienza in cui muove una critica indiretta contro quelle teorie, metodologie o pratiche, che non hanno alcun fondamento scientifico. Il suo saggio evidenzia come il cervello sia da sempre portato naturalmente a credere alle pseudoscienze perché queste forniscono una risposta immediata a un

La Torino dei libri

Questa mattina, domenica 6 ottobre, si è tenuta una delle passeggiate letterarie organizzate in occasione della manifestazione letteraria Portici di Carta e riguardante gli scrittori che hanno operato e vissuto nel quartiere torinese Vanchiglia. L’origine di questo nome deriva dal termine piemontese vench, una varietà di salice che cresce lungo il corso del Po. Introducendo la storia letteraria di questo quartiere  è stato fatto riferimento anche alla zona precollinare di Torino

Il Canto dei Giovani di Hong Kong

“Can you hear the people sing?” – citazione del famoso musical Les Misérables, tratto a sua volta dal classico francese di Victor Hugo – è uno dei numerosi slogan di protesta che da marzo hanno invaso le strade di Hong Kong, solo uno dei possibili esempi della mentalità cosmopolita della città “ribelle”. In questi ultimi mesi, infatti, si è discussa una proposta di legge del governo di Pechino per l’estradizione

L’esigenza del linguaggio

Federico Faloppa per scrivere il suo libro si è posto una domanda essenziale ossia cosa sono le lingue e che rapporto hanno con il linguaggio. Attraverso le domande di Marco Aime, l’autore afferma che il suo libro, “Brevi lezioni sul linguaggio”, nasce da un’esigenza etica e vuole essere un testimone della conoscenza. Per Faloppa, infatti, si tratta di un’opera sul linguaggio, non sulle lingue, inteso come abilità umana. Sebbene le

Tra le vie di San Salvario

Domenica 6 ottobre 2019 ,in occasione dell’iniziativa Portici di Carta, sono state organizzate varie passeggiate letterarie. Tra queste una ha toccato i luoghi più significativi del quartiere San Salvario per raccontare le immigrazioni interne ed esterne della nostra città. A Torino infatti i residenti stranieri sono circa 14o mila tra Rumeni, Marocchini, Peruviani e Cinesi e alcuni di loro, a cominciare dagli anni Novanta, hanno deciso di raccontare la realtà

Con Julie Shapiro alla ricerca dei migliori ascolti del mondo

I migliori ascolti del mondo: Julie Shapiro, executive producer di Radiotopia,ha deciso di unire audio che hanno avuto un grade impatto sulla sua vita e di condividerli con una parte del publico di internazionale. Durante il podcast sono stati presentati racconti diversi: il primo era un pezzo che ironizzava sulla ricerca del nome per un gatto. Il secondo chiariva eventuali dubbi sul significato della parola podcast. Il terzo narrava in

Autoritarismo nell’America Latina

Nell’America Latina  i governi di Nicaragua, Venezuela e Cuba sono in crisi: gli ideali che li hanno ispirati sono ormai un remoto ricordo. Nicaragua “Devi lasciare il Nicaragua o questa notte verrano a prenderti”. Così il giornalista Carlos Salinas Maldonado ha scoperto di dover abbandonare la propria patria, insieme ad altri settantamila cittadini dell’opposizione. Per quale motivo? L’esule ci racconta la storia del proprio paese, segnata da tradimento, perversione e

Il centro di Torino raccontato da grandi intellettuali

La passeggiata letteraria numero 3 di oggi, domenica 6 ottobre, si è snodata in dieci tappe tra la Torre Littoria di piazza Castello e piazza Gran Madre, un lungo tratto all’ombra dei portici di via Po, sotto la guida di Stefano Tubia, scrittore che ha contribuito alla stesura di “Una Mole di parole”, guida letteraria alla città di Torino che è stata ripubblicata quest’anno. L’itinerario è partito da piazza Castello.

Young hopes

Il panorama attuale del mondo del lavoro giovanile è un mare burrascoso, pieno di difficoltà, incertezze ed ostacoli. Fabrizio Barca (Forum disuguaglianze diversità), Massimiliano Mascherini (Eurofound) e Marisa Parmigiani (Fondazione Unipolis) sono stati una bussola nella tempesta sabato 5 ottobre a Internazionale, offrendo un’importante chiave di lettura per orientarci in questo mare in cui il “naufragar” non è affatto “dolce”. Ad oggi, infatti, il mercato internazionale sta facendo fronte ad