Cronache letterarie

La vera storia di John Silver

Per i vent’anni dell’edizione italiana de La vera storia del pirata Long John Silver lo scrittore svedese e docente di lingua francese Bjorn Larsson presenta questo personaggio ambiguo con un italiano quasi perfetto. L’autore afferma che la sua decisione di raccontare la storia di John Silver sia nata dalla necessitá di presentare il soggetto controverso e misterioso de L’isola del tesoro di Stevenson. Larsson prova comunque a non tradire né il libro

L’arte che va oltre i confini

1948, un anno importante per tutto il Medio Oriente e per tutta la regione araba: l’anno della creazione dello Stato di Israele e della nakba, l’esodo palestinese. Oggi, durante l’incontro Ferite. Sulla terra e sulle vite dopo il 1948 – l’ultimo della sezione Anime Arabe, tenutosi nello Spazio Internazionale alle 15:30 – non si è voluto soltanto commemorare questo anniversario, ma prenderlo come punto di partenza. Cosa è successo dopo a quella terra,

Giovani giudici per il premio Goncourt

“C’est la lecture qui fait le livre” É forse questa la frase più importante detta oggi da Éric-Emmanuel Schmitt durante la conferenza in cui ha incontrato i ragazzi della giuria del premio Lista Goncourt. Questi giovani sono liceali dell’EsaBac, (il doppio diploma italiano e francese), che hanno oggi presentato davanti al noto scrittore francese una breve trama del libro che candidavano al premio. Tra i testi menzionati citiamo: l’Ordre du

Un mondo di storie

Cristiano Denanni ha presentato in anteprima il suo libro, L’Atlante dei destini ,presso lo Spazio Eventi, dialogando con Lorenzo Fabio, che gli ha rivolto qualche domanda sulla stesura del testo. Cristiano ha dichiarato di aver voluto raccontare una serie di storie per disegnare una mappa del mondo attraverso gli occhi di chi lo ha attraversato, tanto che l’ambientazione del suo libro è molto vasta: da Lisbona all’Ecuador ,dal Sud Africa all’Uzbekistan per finire

Adotta uno scrittore 2018

”Un libro è per il 50% di chi lo scrive e per il 50% di chi lo legge”, così si è aperta la conferenza sul grande progetto ‘Adotta uno scrittore’, anticipando l’idea su cui esso si basa: avvicinare il mondo dei giovani alla lettura. Per raggiungere questo scopo, 26 autori contemporanei sono stati “adottati” da 26 luoghi di formazione tra cui 13 istituti superiori, 3 scuole medie, 3 scuole elementari, 4 strutture di detenzione penale, un centro

Martigli e il valore delle parole

Leggere rende liberi: questo è il motto che è stato ripetuto più volte da Carlo Martigli durante l’incontro tenuto nello spazio Sentieri Digitali. Martigli ha appena pubblicato due libri, editi da Mondadori, ovvero La custode di Leonardo (nel quale la quindicenne Sofia incontra il grande inventore e diventa la sua guardia del corpo) e L’apprendista di Michelangelo (nel quale il giovane Jacopo scappa di casa per realizzare il suo sogno di diventare un pittore e viene

Premiazione del Concorso Lingua Madre

Alle ore 13:30 nell’Arena Piemonte del Padiglione 3 si è tenuta la premiazione del Concorso Nazionale Lingua Madre; erano presenti il presidente del Salone Massimo Bray, il direttore editoriale Nicola Lagioia e l’ideatrice del concorso Daniela Finocchi, che ha presentato il tutto. Abbiamo posto delle domande sulla creazione di questo progetto a lei e alla vincitrice Aicha Fuamba. Il suo racconto si intitola Per aspera ad astra e racconta della sua fuga

Un vero rivoluzionario deve essere sempre super umano

”Fumetto: arte di tutti, arte per tutti; non mette barriere”. Andrea Tridico, autore del fumetto Mecha Guevara, presentato durante l’incontro presso lo Spazio Autori al quale hanno partecipato anche l’editore Manfredi Toraldo e Hamilton Santhiá (giornalista politico), ha spiegato che con quest’opera cerca di arrivare direttamente ai suoi lettori suscitando in loro il desiderio di riflessione in ambito pubblico. L’idea é nata durante un progetto scolastico quando frequentava la Scuola Internazionale di

Il maggio di fuoco di Edgar Morin

Sale sul palco, salutato da un boato di applausi; forse il più fragoroso di questa trentunesima edizione del Salone, fino ad ora. Gli applausi scemano, ma prima ancora che torni il silenzio la sala Azzurra ricomincia ad applaudire, venera un grande scrittore, filosofo, sociologo, ed è felice dell’enorme fortuna che ha di vedere dal vivo Edgar Morin. 1968: Edgar è il solo ad andare nelle università occupate durante i moti

Gio Evan: il poeta di Instagram

Piccoli occhiali da aviatore sul volto, folti capelli neri in testa, un’aria stravagante ma affascinante allo stesso tempo. Lui si chiama Gio Evan ed è un’artista a 360 gradi. Scrive poesie, fa performance, crea graffiti, compone musica. All’anagrafe Giovanni Giancaspro, nel 2007, a 18 anni, parte per un viaggio in giro per il mondo. Per otto anni percorre Europa, India e Sudamerica in bicicletta e a piedi. Parte non per