Cronache letterarie

I Curdi: un problema complesso

L’incontro tenutosi nella Sala Bronzo si è aperto con l’intervento di Murat Cinar, un ragazzo turco proveniente da Istanbul, che ha voluto condannare la disinformazione come la principale causa della discriminazione di cui abbiamo sentito e sentiamo parlare sempre più spesso. Quindi ha proseguito nell’introdurre Antonella De Biasi, l’autrice di “Curdi: la nazione che non c’è”, che ha esordito descrivendo il suo libro come il racconto una parte di realtà

I mille volti dei colori

L’arte è un potente mezzo comunicativo e, come tale, si serve di tutti i colori possibili per raggiungere questo scopo. I colori però possono essere molti di più di quanto spesso siamo portati a credere e catalogarli può diventare una vera impresa. Con questo scopo nasce il nuovo volume di Lino Di Lallo “Tavolozza d’autore. Il grande libro dei colori fantasiati”, secondo di tre volumi. Mentre nel primo venivano catalogati

Ascanio Celestini e la forza dell’ironia

“Nell’incertezza del presente, per evitare che un conflitto diventi violento bisognerebbe spostare la violenza su un piano immaginario.” Con questa frase Ascanio Celestini al Salone del Libro, presentando il suo nuovo libro, parla dell’utilità e della bellezza delle “Barzellette”, titolo della sua opera. Queste, assieme ai giochi, permettono infatti all’umanità di “giocare” con lo schifo che c’è nel mondo senza permettere che questo sfoci in violente manifestazioni. Finché la guerra

Una nave di nome Mexique

“Una nave di nome Mexique” (Clichy) è il titolo del libro che racconta il viaggio di questa nave che, partendo da Bordeaux, in Francia, ha traportato, nel 1937, quattrocentocinquantasei bambini  verso il Messico; tutti figli di repubblicani spagnoli, sono stati salvati dall’orrore della guerra e della dittatura, ma hanno abbandonato le loro famiglie. “Tre o quattro mesi” avevano detto i loro genitori, ma non sapevano che non sarebbero ritornati  più; diventeranno

Una favola in una notte

Oggi in sala Atlantide si è tenuta la presentazione de “Il gufo e la bambina” (Bompiani), il nuovo libro scritto via mail in una notte da Beppe Tosco e da Zosia Dzierzawka (alias Leandro) che lo ha illustrato.La struttura della storia è particolare: l’idea originaria dello scrittore viene via via modificata dalla sbadataggine del disegnatore, che interferisce continuamente fino a far assumere alla storia un svolgimento diverso da quello iniziale.

Achille Lauro e Frankie hi-nrg mc si raccontano

Questa mattina, in un’Arena Bookstock gremita di ragazzi, si sono incontrate la vecchia e la nuova scena del panorama rap italiano. Gli ospiti dell’incontro: Frankie Hi-nrg mc e Achille Lauro. Lo “zio” del rap made in Italy e il giovane rapper da poco reduce dalla competizione del Festival di Sanremo hanno raccontato i loro ultimi libri ponendo particolare attenzione al tema della bellezza, argomento centrale del dibattito tenutosi con la

Sualzo: 21 giorni prima della fine del mondo

“Lo scrittore scrive e l’illustratore cancella e trasforma”. Con queste parole Sualzo ci accoglie nel laboratorio Gotham, dove presenta il suo ultimo lavoro “21 giorni alla fine del mondo”, realizzato insieme alla moglie Silvia Vecchini e pubblicato da Il Castoro. Il libro narra la storia di una ragazza, Lisa, che pratica karate e di un signore che sostiene che il mondo finirà il 15 agosto, 21 giorni prima dell’inizio della storia.

Un nuovo viaggio nell’Inferno di Dante

<<Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui, e come è duro calle lo scendere e’l salir per l’altrui scale>> Divina Commedia, Paradiso canto XVII E’ questa la terzina che ha ispirato l’opera di Franco Nembrini, noto dantista e scrittore italiano. La sua passione per Dante Alighieri nasce da un particolare e suggestivo episodio della sua vita: aveva solo 13 anni quando, costretto a lavorare  come garzone a

L’allenatore che segna

Arrigo Sacchi è senz’altro uno degli allenatori più vincenti della storia del calcio. Così come Fosbury, il quale rivoluzionò il salto introducendo il metodo omonimo quando si oppose a chi aveva sempre saltato in avanti iniziando a farlo di schiena. Allo stesso modo, il celebre allenatore rivoluzionò la storia del calcio italiano osando e proponendo strategie innovative ed efficaci, cambiandone la mentalità. Evento fondamentale nel cambiamento del calcio internazionale è stata proprio la vittoria