14 maggio 2018

La Russia degli anni ’90: Il grande saccheggio

Immaginate di vivere in un paese totalitario e di sognare la democrazia, ma dopo averla ottenuta di essere derubati dal vostro stesso paese per ben tre volte. La prima volta con la liberalizzazione dei prezzi degli alimenti attuata da Eltsin il 2 gennaio del 1992, che vede il 99% dei russi perdere i propri risparmi. La seconda volta nel 1993 col passaggio dal rublo sovietico a quello russo, che obbligava

Bruciare la frontiera

Oggi 14 maggio, nello Spazio Incontri è stato affrontato nuovamente l’importantissimo tema della migrazione. Presenti alla conferenza erano Carlo Greppi, storico e scrittore, Abdullai Ahmed, ex rifugiato somalo oggi ufficialmente cittadino italiano e Filippo Giannuzzi, operatore culturale, che hanno discusso apertamente su questo tema, legato a una parola: la paura, utilizzata dalla classe politica e da chi dà informazioni perché fa audience. Essa crea un successo effimero che dà risultati nell’immediato, ma non

Gli stracci del potere

Nella Sala Filadelfia del Padiglione 1 si parla di politica con Filippo Ceccarelli, ma in modo totalmente nuovo. Il giornalista de La Repubblica ci presenta il suo repertorio di “stracci”, i panni umidi e sporchi della scena politica. Dall’incidente di Matteo Renzi, che investe un passante mentre sta sciando a Maurizio Gasparri che recita alla radio poesie in romanesco. Da Matteo Salvini che nel presepe vivente della figlia si veste

Le #5 domande che si fanno i ragazzi

Il romanziere insegna alla gente a cogliere il mondo come una domanda (dall’intervista di Philip Roth, The Most Original Book of the Season, New York Times, 30 novembre 1980; ora in Philip Roth, Chiacchiere da bottega, traduzione di N. Gobetti, Einaudi, 2004) La stupidità deriva dall’avere una risposta per ogni cosa. La saggezza deriva dall’avere, per ogni cosa, una domanda. Citato in Focus , n.105 p.168 Da queste considerazioni dello scrittore Milan Kundera trovate