10 maggio 2018

Riviste: essere o non essere indie?

Com’è il panorama giornalistico indipendente oggi? Al Salone Internazionale del Libro di Torino si è svolto un interessante incontro su tre – più o meno – neonate riviste: Inutile, The Catcher e Grafias. Tre nomi e tre progetti, ognuno con la propria cifra stilistica e il proprio marchio distintivo. Inutile, fondata nel 2005 e in attività dal 2007, “non ha alcun intento moralizzatore, ma vuole offrire uno svago ai lettori”,

Intervista a Gianmaria Ajani

“Che cosa potrebbe fare l’ Universitá di Torino per rilanciare la cittá?” Questa é la prima domanda che abbiamo posto a Gianmaria Ajani, Rettore universitario. Egli rispondendo ha ribadito il grande impegno e coinvolgimento dell’universitá soprattutto in ambito medico con il Parco della Salute. Alla domanda riguardante il rapporto tra realtá liceale ed universitaria, l’intervistato ci ha presentato un progetto per cui gli studenti degli ultimi due anni di scuola

La comicitá: due generazioni a confronto

”Come far ridere” ecco la prima domanda che Concita De Gregorio ha rivolto agli youtuber iPantellas e a Gino&Michele. I primi rispondono dicendo che la loro comicità nasce dal mettere in ridicolo situazioni comuni; i secondi interlocutori, colonne portanti della comicità italiana, sostengono che i modi per far ridere siano molteplici. Secondo questi ultimi si ride per gruppi sociali omogenei, di conseguenza, il grande comico é colui che é capace di

Un’ora con Margherita Oggero

“Può esistere un amore di una madre che non contempli l’esclusiva? La natura ha davvero leggi così rigide da non ammettere eccezioni?” A questo quesito ha cercato di rispondere Margherita Oggero nel suo ultimo romanzo “Non fa niente”, presentato al Caffè Letterario il 10 maggio 2018 insieme ad Enrica Tesio. Ester e Rosanna sono le protagoniste del nuovo romanzo dell’ affermata autrice torinese dove il tema della maternità surrogata è presentato ai lettori

Noir: il colore del male

Nello spazio Duecento del Salone del Libro Enrico Pandiani, Massimo Tallone e Giorgio Ballario hanno tenuto la conferenza intitolata “Il noir ci salverà”. Sono infatti tre degli undici scrittori torinesi che dal 2013 (da quando è nato il collettivo di scrittori di cui fanno parte) non solo si aiutano e si scambiano pareri durante la stesura dei propri libri, ma soprattutto collaborano alla realizzazione di un’antologia di racconti noir: Montagne in noir”

David Trueba ci racconta “La canzone del ritorno”

Quasi alla fine della prima giornata del Salone si é tenuto l’incontro con David Trueba, regista, sceneggiatore e scrittore Spagnolo. A ogni lettura, eseguita dall’attore Francesco Montanari, seguiva un intervento costituito da alcune domande da parte di Rossano Lo Mele. I temi del libro sul quale si sono soffermati sono stati molti e affrontati dall’ autore anche in modo personale. David Trueba ha esordito dicendo che la stesura di un

I quaderni di Viktor e Nadya

”Faccio il lavoro che volevo fare sin dalla seconda media”con questa frase si apre l’ïncontro con lo scrittore Davide Morosinotto che ha presentato il suo nuovo libro “La sfolgorante luce di due stelle rosse: il caso dei quaderni di Viktor e Nadya” (Mondadori). Questo libro narra la storia di Viktor e Nadya, due fratelli gemelli che vivono la tragica esperienza della Seconda Guerra Mondiale. Quando nel 1941 Hitler decise di attaccare

In veritá, per ora, odio cibarmi

Grazie a Gabriella Santini, oggi qui al Salone, si affrontano delle tematiche che da molti ragazzi vengono vissute ogni giorno, ma di cui non sempre si ha il coraggio di parlare: il bullismo e l’anoressia. Il titolo del suo nuovo libro, Ragazza di vento (Raffaello Editore), è stato scelto per paragonare la leggerezza del vento a una delle caratteristiche dell’anoressia. Le pagine vengono narrate dal Soffio, l’anima di Aimée, protagonista della storia.

Dalla guerra alla pace

Mister Napoleone come mister Allegri, tra tattica e strategia per dare vita ad uno nuovo sport: il calcio, che per Luigi Garlando è “un linguaggio universale che insegna a costruire insieme, non a mettersi in mostra”. L’autore spiega che la scintilla da cui scaturisce il romanzo (Piemme) è un passo della biografia di Napoleone scritta da Dumas, dove si racconta della morte di undici cadetti durante una simulazione di battaglia pensata da

Matematica e italiano: due mondi diversi, un unico obiettivo

“Matematica e italiano: ugualmente utili, ugualmente inutili”: è questo il tema dell’appassionato incontro di ieri tenuto da Valerio Chiara (scrittrice e saggista con dottorato in matematica) e Meacci Giordano (autore a tutto tondo e sceneggiatore). L’obiettivo dei due studiosi è stato principalmente quello di difendere i rispettivi ambiti da chi sostiene che siano “l’un contro l’altra armati”, quindi in contrapposizione al pensiero crociano, ancora molto presente nelle scuole. In realtà le