13 maggio 2018

Il maggio di fuoco di Edgar Morin

Sale sul palco, salutato da un boato di applausi; forse il più fragoroso di questa trentunesima edizione del Salone, fino ad ora. Gli applausi scemano, ma prima ancora che torni il silenzio la sala Azzurra ricomincia ad applaudire, venera un grande scrittore, filosofo, sociologo, ed è felice dell’enorme fortuna che ha di vedere dal vivo Edgar Morin. 1968: Edgar è il solo ad andare nelle università occupate durante i moti

Gio Evan: il poeta di Instagram

Piccoli occhiali da aviatore sul volto, folti capelli neri in testa, un’aria stravagante ma affascinante allo stesso tempo. Lui si chiama Gio Evan ed è un’artista a 360 gradi. Scrive poesie, fa performance, crea graffiti, compone musica. All’anagrafe Giovanni Giancaspro, nel 2007, a 18 anni, parte per un viaggio in giro per il mondo. Per otto anni percorre Europa, India e Sudamerica in bicicletta e a piedi. Parte non per

Il mestiere di scrivere fra gli uomini e le mucche

Durante la penultima giornata del Salone nella Sala Gialla il grande giornalista e scrittore Michele Serra ha letto una parte del suo ultimo libro intitolato Il grande libro delle AMACHE, scritto in onore del venticinquesimo anniversario della sua carriera da giornalista. Questo libro è una raccolta di amache a partire dalle sue prime riflessioni sulla rubrica “Che tempo fa” de «L’Unità» fino a quelle pubblicate per «Repubblica» in questi anni. Il frutto è uno straordinario gioco

Donne valorose

“Questo libro é il risultato della mia passione per la botanica e il mio interesse per la causa delle donne”. Cosí Serena Dandini apre la conferenza di presentazione del suo nuovo libro, “Donne valorose”, che viene da lei definito una vera e propria enciclopedia socio-botanica, in quanto associa ogni donna di cui parla, ad una rosa. Ogni capitolo infatti, comincia con una premessa in cui viene descritta la rosa dal punto di

Fernando Aramburu vince il Premio Strega europeo 2018

Oggi, domenica 13 maggio, nella sala azzurra del Salone del Libro di Torino, é avvenuta la proclamazione del vincitore del Premio Strega Europeo 2018. A presentare la premiazione Stefano Petrocchi che durante la conferenza ha interpellato i finalisti approfondendo con loro alcuni dei temi riportati nei loro romanzi. Sul palco la cinquina dei finalisti: Fernando Aramburu Patria, Oliver Guez La scomparsa di Josef Mengele, Lisa McInerney Peccati gloriosi, Ava Ólafsdóttir

Anche noi #metoo

L’hashtag #metoo è diventato in pochi mesi un fenomeno di scala mondiale, coinvolgendo centinaia di migliaia di donne e non solo. Data la sua rilevanza, il movimento è stato oggetto di un incontro tenutosi in Sala Rossa dando luogo ad un confronto ricco di emozioni ed esperienze tra numerosissime attiviste e scrittrici italiane e straniere, come Jessa Crispin (critica e femminista americana), Alice Sebold (scrittrice americana che abbiamo avuto il

Gregorio VII: il papa rivoluzionario

Papa Gregorio VII è così che è passato alla storia, come un rivoluzionario, per il suo tentativo di riordinare la Chiesa secondo uno schema , che sebbene fosse giusto e logico, non c’era mai stato. Nei villaggi medievali della sua epoca era normale che i parroci avessero relazioni e spesso figli; era diffusa la simonìa  e molto spesso ai propri figli i parroci lasciavano denaro ecclesiastico e indebolendosi economicamente le

Il noir mediterraneo di Massimo Carlotto

Oggi, domenica 13 maggio, al Salone del Libro allo Spazio Duecento, Sandro Ferri, Giulio Scarpati e Massimo Carlotto hanno presentato il nuovo libro di quest’ultimo: Cristiani di Allah. Nella presentazione hanno discusso del noir mediterraneo a partire da Casino totale di Jean Claude-Izzo, fondatore del noir mediterraneo. Il noir è un genere letterario caratterizzato dal forte legame con la politica che, secondo Sandro Ferri, esiste “fin dall’inizio dei tempi”. In questo genere

Uno straniero in Italia

Il 13 maggio nella Sala Gialla si é svolta una conferenza tenuta da Philippe Daverio, intitolata “Uno straniero in Italia”, nella quale ha presentato il suo libro Ho finalmente capito l’Italia. Un saggio in cui Daverio, grazie alla sua esperienza di critico d’arte, racconta la realtà dei fatti avvenuti in Italia; è un piccolo trattato ad uso degli stranieri (e degli italiani), come scritto sulla copertina del libro. Dovremmo andare

Anche le statue muoiono: conflitto e patrimonio tra antico e contemporaneo

Il 13 maggio nello Spazio Duecento si è svolta una conferenza dal titolo Anche le statue muoiono presentata da Costantino d’Orazio, durante la quale si è discusso a proposito del ruolo che i musei, in particolare il Museo Egizio a Torino, hanno nella società odierna. Ad intervenire erano Christian Greco, direttore del Museo Egizio, Irene Calderoni, curatrice di arte contemporanea ed Elisa Panero, ministro per i Beni e le Attività Culturali.