Cronache letterarie

Murakami: l’umanità nascosta dietro il grande scrittore dell’Estremo Oriente

Le luci in sala illuminano una figura minuta che con passi misurati si dirige verso un piccolo podio. Murakami, avvolto dall’alone mistico che caratterizza i cantastorie, i romanzieri, si appresta a leggere la sua “Lectio Magistralis”. Un discorso che danza al ritmo sincopato del jazz, raccontando, svelando, i segreti e i sentimenti della scrittura del grande autore giapponese. Il jazz è un tema ricorrente nella vita di Murakami, e lui

Da Pordenone con furore per il Premio Lattes Grinzane

Dopo l’esperienza del 2018, anche quest’anno 15 studenti del Liceo “M. Grigoletti”, membri della giuria studentesca del Premio Lattes-Grinzane, hanno partecipato, sabato 12 ottobre 2019, con entusiasmo e grande interesse alla cerimonia di premiazione per la sezione Il Germoglio svoltasi presso il Castello di Grinzane Cavour e presentata dalla giornalista e scrittrice Loredana Lipperini, oltre che alla lectio magistralis, venerdì 11 ottobre 2019, dello scrittore Aruki Murakami al Teatro Sociale

“Don’t desist what you can’t understand”

Saranno i giovani a subire le conseguenze dell’emergenza climatica; perciò ragazzi come Daze Aghaji, attivista del movimento ecologista Extintion Ribellion, e Alexander Fiorentini, attivista italiano e cofondatore di FridaysForFuture Forlì-Cesena, si sono mobilitati; lo hanno fatto  a Internazionale domenica 6 ottobre per difendere il futuro delle nuove generazioni, sensibilizzando i giovani ad agire contro i cambiamenti climatici, ma anche a proteggere la biodiversità e gli ecosistemi. Serve uno spostamento collettivo che

La forza non fa l’uomo

“La Virilitè”, il documentario diretto da Cècin Denjean e proiettato all’Apollo 2 domenica 6 ottobre, tocca un argomento oggi giorno molto importante, la mascolinità. I ragazzi odierni vengono educati in maniera patriarcale:”Non piangere! L’uomo non è fragile, rialzati!”. Il privilegio di essere un uomo è anche una trappola; infatti più del 96% dei carcerati, il 75% dei suicidi, il 75% dei morti per incidenti stradali sono causati dagli uomini. Il

1989: l’anno della verità

Dopo la presentazione del saggio “Nazionalismi”, svoltasi nella giornata di sabato 5 ottobre 2019, Andrea Pipino ripropone il tema del nazionalismo come conseguenza della caduta del regime comunista nell’Europa centro-orientale. L’89 è quindi protagonista di un appassionante dibattito che vede Pipino dialogare con il polacco Wojchieck Prziblyski, direttore del sito web Visegrad Insight, e con il ceco-slovacco Martin Milan Simecka, del giornale Dennik N. “Ai tempi mi trovavo in una

La mattina dopo

L’ultimo appuntamento della tredicesima edizione dell’evento Portici di Carta, che come sempre ha visto l’affluire di numerosi interessati, si è svolto in compagnia di Mario Calabresi che, incoraggiato dalle domande di Federica Furino, ha presentato il suo ultimo libro ” La mattina dopo”. La Furino ha descritto il libro come godibile, vivo, che va avanti con le proprie gambe ma soprattutto coraggioso: è facile per i giornalisti raccontare le storie

Fabio Geda: “Una domenica” diversa da tutte le altre

Oggi all’oratorio San Filippo Neri, in occasione della XIII edizione di Portici di Carta, Fabio Geda ha presentato il suo nuovo romanzo, Una domenica (Einaudi). La presentazione si è svolta come dialogo tra l’autore e le rappresentanti di quattro circoli di lettura della provincia di Torino (Settimo Torinese, Torino, Moncalieri e Nichelino). L’autore ha iniziato l’incontro raccontando al pubblico come sia nata l’idea che sta alla base di questo romanzo.

Rughe sul volto dell’Italia: le zone periferiche sono un peso o un vantaggio?

Zone periferiche un peso o un vantaggio? Su questo si è articolato l’incontro tenutosi nell’Aula Magna della facoltà di giurisprudenza di Ferrara domenica 6 ottobre. Franco Arminio, paesologo, Fabrizio Barca, economista e politico, Antonia Carparelli, economista, Filippo Tantillo, ricercatore territorialista, Gloria Riva, giornalista sono stati i relatori del dibattito. Bisogna iniziare a considerare queste aree interne, lontane dai servizi e isolate, come una risorsa, allontanarsi dagli stereotipi che le marchiano

“Tutto sembrava possibile”: Pechino nel 1989

Un periodo in cui tutto sembrava possibile, dove speranza era la parola chiave e la volontà di costruire un nuovo futuro e una nuova struttura sociale erano la forza motrice della giovane generazione di studenti. Questa la definizione che la scrittrice Ilaria Maria Sala ha dato alla Pechino del 1989 durante l’incontro tenutosi nel pomeriggio di domenica 6 ottobre a Palazzo Crema. Insieme a Junko Terao e Louisa Lim, l’autrice ha

Una guerra senz’armi

Le dittature e dei governi autoritari del Medio Oriente stanno limitando le vite dei cittadini del mondo arabo e africano da ormai troppo tempo. Migliaia di persone stanno scendendo nelle strade per rivendicare libertà, pace, giustizia sociale e democrazia. Si tratta di grida e richieste non violente, che i media trascurano dando maggiore importanza alle politiche violente dei governi e agli attacchi terroristici dei movimenti estremisti. Questi sono i temi