Adotta uno scrittore 2018

Margherita Oggero sul suo primo incontro alla Scuola ospedaliera del Regina Margherita di Torino

Una certa cautela, all’inizio. Indifferenza o diffidenza, desiderio che il tempo passi in fretta, solo una ragazza ha con sé quadernone e biro. Ma l’interesse per il gioco, quasi qualunque gioco, quasi sempre è in agguato sottopelle. Siamo animali ludici, per fortuna. -Giochiamo? -A cosa? -Serve un foglio con una penna o matita. Il quadernone si riduce di spessore, penne biro o matite compaiono miracolosamente. Si gioca con le parole:  monovocaliche  (alzata, precedente, intirizziti…);

Adotta una scrittrice all’Università

Proprio così. Per la prima volta nella storia del progetto il nostro progetto entra anche nelle Università, con la scrittrice Helena Janeczek.  Beatrice Manetti,  docente di letteratura italiana contemporanea – Dipartimento Studi Umanistici, Università degli studi di Torino che la ha adottata ci racconta come si svolgerà questa particolare adozione. Da sedici anni il Salone del Libro promuove la lettura e scrittura fra i giovani con il progetto «Adotta uno scrittore», realizzato

Pierdomenico Baccalario racconta il suo incontro con la scuola primaria di Cossato Ronco Biella

  (Vero titolo “Il meli melò alla scuola elementare” ndr) Scrivo dal Pronto Soccorso dell’ospedale di Acqui Terme, debitamente saccheggiato dei suoi reparti (non c’è più cardiologia, ostetricia, pediatria, e buona parte degli altri reparti) grazie ai piani di riorganizzazione della Regione Piemonte, che intanto costruisce nel centro di Torino un grattacielo da centinaia di milioni di Euro. Mia moglie si è presa la scossa in casa e a me

La scuola media Don Minzoni Gramsci di Collegno commenta il primo incontro con Nadia Terranova

Giovedì 22 marzo c’è stato il primo incontro tra la 3H della scuola Don Minzoni Gramsci di Collegno e la scrittrice Nadia Terranova… Il giorno 22 marzo è arrivata la scrittrice Nadia Terranova, che abbiamo adottato con il progetto del Salone del Libro […] Quando è entrata in classe si è creata un’atmosfera di curiosità e di felicità, entrambe rivolte a lei (Alessia) Era da più di un mese che

Dicono di noi 2018

Pubblichiamo in questa pagina man mano che escono solo alcuni  degli articoli sul nostro progetto: grazie a Babel Agency, il nostro ufficio stampa, quest’anno stanno uscendo molti articoli che valorizzano il nostro amato Adotta uno scrittore. Sono talmente tanti che non riusciamo a pubblicarli tutti ma in fondo all’articolo vi lasciamo i riferimenti in modo che chi vuole può farne richiesta o mettersi in contatto direttamente con le nostre esperte per la

Le librerie indipendenti per Adotta uno scrittore

Una delle novità del progetto di quest’anno è il coinvolgimento delle librerie indipendenti del Piemonte nel progetto Librerie indipendenti coinvolte in “Adotta uno scrittore 2018”: i libri utilizzati nel progetto sono stati acquistati in libreria e molte librerie hanno anche ospitato degli incontri. Sotto trovate le libreria che hanno partecipato e anche le date degli incontri. Ringraziamo tutti i librai che hanno aderito! 21 MARZO dalle 10.00 alle 12.00 alla libreria

La 2AL dell’Istituto Tecnico “A. Volta” racconta il suo primo incontro con Federica Manzon

Quando leggiamo un libro ne conosciamo l’autore solo attraverso l’immaginazione o attraverso ciò che scrive, ma solo parlandoci insieme riusciamo a comprendere meglio le emozioni che ha voluto trasmettere ai lettori con la sua opera. Mercoledì 21 marzo 2018 noi della 2AL dell’Istituto Tecnico “A. Volta” di Alessandria, indirizzo Liceo Scientifico delle Scienze Applicate, abbiamo avuto l’opportunità di conoscere di persona l’autrice de “La nostalgia degli altri”, il libro che presto leggeremo.

I commenti della classe della Scuola Primaria di Cossato Ronco (Biella) che ha adottato Pierdomenico Baccalario

Le impressioni dei piccoli studenti della scuola primaria di Cossato Ronco in provincia di Biella che hanno adottato Pierdomencio Baccalario. In parole e bellissimi disegni naturalmente. Grazie alla maestra Chiara Meletti per il magnifico lavoro fatto con la classe! IMPRESSIONI Mi è piaciuto quando Pierdomenico ha raccontato la sua storia, perché è stato superdivertente! Il momento che ho preferito è stato quando Pierdomenico ci ha chiesto i nomi A me

Giovedì 22 marzo 2018

IC di Nichelino IV… Piazza Aldo Moro, che non è una piazza, eppure c’è un giardino, una COOP, un ufficio postale e un giardino e la scuola, che non sembra una scuola ma un vecchio mercato al coperto di inizio secolo scorso…ah c’è anche un’insegnante di arte che sta decorando le colonne portanti di una tettoia che forse è un po’ pericolante (ehi, Comune di Nichelino fai qualcosa!) con stencil

Bella, davvero, una Scuola così

Giovedì 22 marzo 2018. Scuola Media Aldo Moro. Nichelino. Dopo 3 ore di italiano si aprono davanti a me 55 minuti di ‘ora buca’. Corro in segreteria, in bagno, in panetteria, dalla collega per parlare della questione in sospeso, dall’operatrice Ata per un attacco di formiche in classe, e poi, segna i voti sul registro on-line, le assenze di oggi, l’avviso per i rappresentanti… quando alle 11,30 sono già sfinita