Adotta uno scrittore 2018

Le macchine del tempo

Penso spesso, quando mi capita di ritornarvi, che le Università siano macchine del tempo per viaggiare negli anni Settanta. Gli studenti, i corpi eternamente giovani, le scritte sui muri, il desiderio  – mai sopito, mai cessato, se ci guardiamo dentro, ognuno di noi – di cambiare il mondo. Un’epoca terribile e felice, che coincide con la mia infanzia e quindi con la terra del ricordo, l’unica cui non si può

Siamo gli incontri che facciamo

Non è facile scrivere su “Adotta uno scrittore” quando sai che sarà l’ultima volta. E’ arrivato  infatti il tempo di lasciare la scuola, i ragazzi, il carcere minorile e tutte quelle figure che lo popolano e lo rendono vivo. Lascerò anche lo “scrittore” che ogni anno, da 10 anni, viene a trovarci, sempre diverso, sempre imprevedibile, con un carico di umanità, sensibilità e gentilezza che intacca i nostri esili equilibri.

Il 2° incontro con Sofia Gallo

23/04/2018 Libreria Il Cammello di Nichelino Sono appena rientrata a scuola dopo un infortunio. Non riesco ancora a camminare bene, ma non posso mancare oggi, non devo mancare. Mi faccio portare a scuola da una collega generosa e filantropa, saluto i ragazzi che mi accolgono come se fossi risuscitata e ci prepariamo euforici al secondo incontro con Sofia. Oggi, infatti, l’incontro non si tiene a scuola e forse, nelle mie

Fotografe e fotografie: una lettera a Helena Janeczek

Cara Helena, mi ricordo di quando fare una fotografia era una fatica. Il mio caschetto castano, liscissimo, e i ricci biondi di mio fratello cuocevano fino a scottare sotto il sole a picco sulla piazza vuota, la cattedrale alle nostre spalle. Dopo poco ci sembrava di sentire una goccia di sudore colare tra i capelli, ma non alzavamo la mano per grattarci. I nostri sorrisi si tiravano sempre di più,

Lunedì 23 aprile 2018

Oggi c’è il sole. Un bel sole primaverile di aprile. Non troppo caldo. La piazza di Nichelino è sorprendentemente accogliente per chi non la conosce. I ragazzini e le ragazzine della IC mi aspettano, smangiucchiando la merenda, chiacchierando e giocando. Un caffè veloce con Stella, l’insegnante della classe, ed entriamo nella Libreria Il cammello, che ci ospita per il nostro secondo incontro di Adotta uno scrittore. La classe è arrivata

La lingua universale

Prendi un kossovaro, un italiano, due rom e cinque magrebini… Non è una barzelletta, è una classe del carcere minorile di Torino. “Adotta uno scrittore” si chiama il progetto. E tu cosa gli racconti? Qual è la chiave con cui uno nato dalla parte fortunata del Mediterraneo e della società, può parlare a chi è nato dalla parte sbagliata? Qual è la cosa che vale per tutti, che non ti

La reinvenzione della realtà

Incontrare Helena Janeczek e ascoltarla mentre racconta delle sue opere è come avere accesso al retroscena, entrare nell’intimità del suo lavoro, osservarla in un momento privato di riflessione con se stessa. La scrittura per lei è questo: un modo, non l’unico forse ma sicuramente il più istintivo, di avvicinarsi alla realtà e di entrare in relazione con essa, di districarne i nodi. Vive la quotidianità e si lascia affascinare dagli

Tutte le video pillole di #adottaunoscrittore 2018

Cos’è il mestiere dello scrivere? Come si dà forma a un romanzo? Dove nasce l’ispirazione per una storia? Per uno studente, l’opportunità di confrontarsi direttamente con uno scrittore affermato significa non soltanto conoscerne da vicino i libri e accostarsi così alla lettura, ma anche poter esplorare da un osservatorio privilegiato l’affascinante mondo della letteratura, dando spazio alle molte curiosità con cui i giovani guardano a ciò che sta dietro la realizzazione

In memoria di Gerda Taro

La ragazza con la Leica si presenta al lettore come un romanzo vero e proprio. Un lettore “ingenuo” può pensare di avere tra le mani una tradizionale biografia, più o meno romanzata, di una delle vittime più celebri della Guerra Civile spagnola. Ma fin dalle prime pagine ci si rende conto che La ragazza con la Leica è tutto tranne che un romanzo tradizionale (se nel XXI secolo si può

Adotta uno scrittore al Salone del Libro 2018

Anche quest’anno il nostro progetto vedrà la sua conclusione/festa finale  al Salone del Libro lunedì 14 maggio 2018. Due momenti distinti, il primo per le scuole superiori e le adozioni speciali, il secondo per le scuole elementari e medie. Il format è tradizione ormai: sul palco gli scrittori adottati raccontano il percorso  fatto all’interno del progetto, dalla platea una rappresentanza degli studenti risponde con un contro canto, una lettura o