Notizie dal carcere

Dalla Casa di Reclusione di Saluzzo: un pensiero per Alessandro Leogrande

La professoressa Rossella Scotta ci ha mandato lettere, messaggi e poesie che gli studenti del corso carcerario Soleri Bertoni hanno scritto dopo aver appreso della morte di Alessandro Leogrande. Alessandro era stato adottato dalla Casa di reclusione “Rodolfo Morandi” di Saluzzo che lavora insieme agli studenti del Liceo Artistico Soleri Bertoni sempre a Saluzzo (Cn). Ieri sera, 27.11.2017, con grande stupore e dolore, abbiamo appreso dal telegiornale della morte di

Gli studenti di Alessandro Leogrande al Carcere Rodolfo Morandi di Saluzzo

Alessandro Leogrande che oggi, 27 novembre 2017 è scomparso  improvvisamente, è stato adottato ad aprile 2017, dalla Casa di reclusione “Rodolfo Morandi” di Saluzzo e gli studenti ristretti hanno lavorato o insieme agli studenti de Liceo Artistico Soleri-Bertoni sempre a Saluzzo (Cn). Qui si seguito trovate i testi che gli studenti del Liceo Soleri e gli studenti ristretti hanno scritto. Anche i disegni sono loro.  Grazie alla professoressa Rossella Scotta per l’immenso

Rassegna stampa sull’adozione in carcere di Shady Hamadi

Pubblichiamo  allegata a questo articolo come Pdf che potete scaricare la rassegna stampa della conferenza stampa che si è tenuta martedì 1o maggio 2017 da Freedhome House. La conferenza è stata organizzata grazie all’impegno della garante Monica Cristina Gallo, garante dei diritti dei detenuti del Comune di Torino a partire dagli incontri organizzati in carcere per Adotta uno scrittore . Quest’anno i ragazzi dell’Istituto Minorile Ferrante Aporti hanno “adottato” lo

Shady Hamadi racconta il suo incontro con i ragazzi dell’istituto Minorile Ferrante Aporti per Adotta uno scrittore

Non posso che ammirare Mario Tagliani e gli altri maestri e maestre, le operatrici e operatori, che svolgono il loro lavoro, con una dedizione che ha qualcosa di santo, dentro al carcere Ferrante Aporti. Non è facile relazionarsi con ragazzi difficile che, per un motivo o per l’altro, sono finiti in quel posto. La carcerazione di un minorenne, mi è stato spiegato, è l’ultima spiaggia per un giudice. Una scelta

Le studentesse del carcere che hanno adottato Valeria Parrella

Durante il primo incontro di Valeria Parrella con le studentesse della Scuola Carceraria della Casa Circondariale Lorusso Cotugno di Torino lo spunto per scrivere sono state queste parole: ACQUA, MURO, SOLE, SOGNO, BAMBINO. Sotto trovate i testi scritti dalle studentesse e raccolti dalle insegnanti che li hanno trascritti per noi. Ringraziamo le insegnanti Isabel Lavagno e Silvia Grivet. Le immagini sono invece quelle del cartello che le studentesse hanno disegnato

Adotta uno scrittore – Shady Hamadi al carcere minorile

E’ arrivato, è arrivato! Era da un anno che  aspettavamo un personaggio che potesse colmare il vuoto di cultura che ci portiamo dentro. Quest’anno è arrivato Shady Hamadi. Shady è un italiano nato da padre siriano che negli anni ’70 ha dovuto lasciare il suo paese perché oppositore del regime criminale del dittatore Assad. La storia di suo padre è stata un’occasione per conoscere le atrocità della guerra, le torture

Voltapagina 2017

Pubblichiamo in questa sezione del nostro progetto dedicata al Carcere gli incontri di Voltapagina Casa di Reclusione San Michele Strada Alessandria, 50/A, 15121 San Michele ALESSANDRIA Casa Circondariale Quarto Inferiore Quarto Inferiore 266 ASTI Casa Circondariale di Fossano Via S. Giovanni Bosco 48 FOSSANO Casa di Reclusione Rodolfo Morandi Regione Bronda 19/b SALUZZO Istituto Penale per minorenni Ferrante Aporti Via Berruti e Ferrero 3 TORINO Casa Circondariale Lorusso e Cotugno

Alessandro Leogrande racconta il terzo incontro al Carcere di Saluzzo

Nel corso del terzo e ultimo incontro che si è tenuto al carcere di Saluzzo, siamo tornati su alcune delle questioni lasciate aperte dai precedenti incontri. In particolare, abbiamo parlato di Shorsh, uno dei protagonisti de La Frontiera, un signore curdo iracheno scappato dalla dittatura di Saddam molti anni fa, che – appena arrivato a Roma – serbava un vivo ricordo del massacro di Halabja, la cittadina curda fatta gasare

Valeria Parrella sull’incontro con la scuola del carcere

L’incontro con le donne del carcere è sempre sorprendente e struggente;  anche fuori pioveva, dentro invece si mescolavano lingue. Le donne vivono una doppia immagine di sé: a testa bassa per la condizione che le relega alla fine della società, e con gli occhi alti, fissi, sfidanti, che contengono tutta quella vita che lì dentro viene mortificata. E’ un buon carcere, credo, quello di Lorusso Cotugno, perlomeno ha le unità

Shady Hamadi nella video pillola di #adottaunoscrittore

Shady Hamadi è stato adottato dall’Istituto Penale per i Minorenni “Ferrante Aporti” di Torino: “Credo che il tema del confine, quello che verrà trattano nel Salone del Libro di quest’anno sia molto importante perchè anche il carcere è un confine tra diverse persone e diversi ragazzi. Io in qesta esperienza di Adotta uno scrittore in carcere ho conoscituro  molti ragazzi che hanno bisogno di confrontarsi e di superare diverse barriere