Allieve: “Buongiorno Biblioteca! Siamo alcune allieve della 1^Dnr di questo liceo e vorremmo farle alcune domande. È d’accordo?”

Biblioteca: “Sì d’accordo, tanto sono qui da molto tempo e non ho intenzione di scomparire. Ma datemi pure del tu.”

Allieve: “Se ti dovessi definire con un solo aggettivo quale sceglieresti?”

Biblioteca: “Aperta”

Allieve: “Perché?”

Biblioteca: “Perché da sempre fornisco libri per tutti i gusti a voi studenti e cerco di incentivarvi a leggere con passione”

Allieve: “È molto carino da parte tua. L’immagine che noi ragazzi abbiamo di te è quella di un posto polveroso e antico. Che cosa fai per modernizzarti?”

Biblioteca: “Mi rendo digitale, offrendo uno spazio sul sito della scuola dove vengono pubblicate recensioni di libri scritte da voi”

Allieve: “Che cosa proponi oltre alla semplice lettura di libri?”

Biblioteca: “Ah, ci sono diversi progetti a disposizione, ad esempio il corso di lettura ad alta voce aperto anche agli insegnanti, oppure delle particolari bancarelle basate sul concetto di book-crossing, dove ci scambiamo libri come accadeva nell’antichità con il baratto.”

Allieve: “Qual è il tuo progetto preferito?”

Biblioteca: “È il concorso lib-e-riamoci, nato quattro anni fa.”

Allieve: “Per quale motivo?”

Biblioteca: “Perché permette ai ragazzi di unire la lettura con qualunque altro tipo di interpretazione artistica, come racconti, immagini, book-trailer. Mi piace particolarmente vedere i loro lavori finiti, per capire come hanno reinterpretato il libro che hanno scelto fra due liste differenti tra biennio e triennio.”

Allieve: “Perché questo titolo?”

Biblioteca: “Per mettere insieme due concetti a me molto cari: prima di tutto la libertà (liberiamoci) e poi il ritorno alla lettura con piacere (libriamoci), che è un po’ come volare, se ci pensate.”

Allieve: “In conclusione, quali sono i tuoi progetti futuri?”

Biblioteca: “Sicuramente rendermi ancora di più un luogo di scambio e d’incontro anche perché posso contare sulla collaborazione delle mie colleghe all’interno del Sistema Bibliotecario del Pinerolese”

Allieve: “Grazie mille per il tempo che ci hai dedicato. A presto!”

Biblioteca: “Non c’è di che, quando volete sono qui!”