Posts From ReporterAriosto

Del dirsi addio

Nel primo pomeriggio di sabato 20 maggio, nella Sala Rossa, è stato presentato l’ultimo libro di Marcello Fois: Del dirsi addio. La scrittrice spagnola Alicia Giménez-Bartlett, ospite dell’autore, ha definito questo libro come “un cambiamento radicale dell’autore”. Infatti, dopo undici anni nella stesura del suo celebre romanzo Stirpe, Fois ha recuperato il suo stile iniziale di scrittore di noir uscendo dalla sua zona di conforto creatosi negli anni precedenti. La storia

Un libro in 73 secondi

Metafisico, filosofico, imprevedibile, catartico, enigmatico: questo è Challenger. Sarebbe riduttivo parlare di libro fantascientifico, come ha ribadito più volte l’autore spagnolo Guillem López, edito per la prima volta in Italia grazie alla traduzione di Francesca Bianchi, oggi presente, per Eris Edizioni. Coadiuvato nella presentazione dallo scrittore italiano Vanni Santoni, López ha introdotto l’uditorio alla catastrofe dello Space Shuttle Challenger. Infatti, l’intero libro si svolge nei 73 secondi di volo dello shuttle precedenti all’esplosione:

Il giro del mondo in ottanta software

Le tecnologie del machine learning sui processi editoriali sono ormai molto avanzate.  L’editoria, vista come una produzione di contenuti, sta cercando di incrementare l’uso di internet e dei contenuti digitali utili per arrivare dove la mente umana non potrà arrivare, ad esempio per trovare una cura per il cancro. Esistono infatti già algoritmi per capire quale sarà il prossimo best seller: in questo il primo paese è il Giappone, che

Caravaggio secondo Milo Manara

Il fumetto non ha un genere, ma è un mezzo narrativo che contiene tutti i generi. “Una narrazione per immagini che non costa niente”. Con queste parole il fumettista Milo Manara ci descrive cosa rappresenta per lui il fumetto. Questo infatti nasce da un’idea libera che può diventare immagine senza produttori cinematografici, ma semplicemente attraverso un disegnatore. Per provocare il nostro ospite, Luca Raffaeli legge una citazione di Leonardo Da

Camminando per la via Francigena

Perché camminare per chilometri e chilometri? Mirko Manetti, autore del libro “Facevo prima con il treno”, titolo regalato casualmente da una suora veneta incontrata durante il percorso, racconta il suo pellegrinaggio attraverso la via Francigena, attraversando la Toscana. L’unico documento del quale un pellegrino dispone è una credenziale, una carta di identità. Egli lo timbra ogni volta che raggiunge una tappa del proprio percorso. Ciò fa sì, secondo Mirko, che non

Letteratura che incontra scienza

La sala gialla è la sala perfetta per presentare l’uscita di un thriller. Ancora meglio se accanto all’aggettivo “thriller” aggiungiamo “noir”. Sono questi alcuni del libro di Maurizio De Giovanni: “I Guardiani”. L’evento è iniziato con la lettura di un passo del libro, fatta da Alessio Boni, per poter far entrare i lettori nel mondo scritto di De Giovanni. Francesco Di Mare, il mediatore, ha presentato anche gli altri due

Oscura Allegrezza

Chi eventualmente dovesse essere capitato all’arena bookblog attorno alle 17.30, potrebbe aver avuto la sensazione di trovarsi innanzi ad un ritrovo in famiglia. Sul palco, infatti, dialogavano con scioltezza e spontaneità i fratelli Diliberto: Manuela (qui potete vedere l’intervista) e Pierfrancesco (PIF). L’occasione è stata la presentazione del libro di debutto di Manuela, neoscrittrice, fino ad ora archeologa e storica in Francia. Oscura Allegrezza è venuto alla luce solo ora dopo una gestazione durata

La Mongolia: un paese da scoprire

Ian Manook: l’uomo che da scrittore di articoli è diventato romanziere. Nel 2012 ha vinto il premio per il miglior romanzo per giovani, con il libro Morte nella steppa, ambientato in un territorio lontano 7163 km dalla Francia, il suo paese. Oggi al salone del libro ha presentato il secondo libro della trilogia, Tempi selvaggi, ambientato nella fantastica terra mongola. Ha scelto questo paese perché, come lui stesso ha detto, scrive solo dei

La storia d’Italia in venticinque foto

Venticinque. Venticinque sono le foto presentate delle cento utilizzate per ripercorrere un lungo pezzo della storia d’Italia dal 1980 ad oggi. Dopo una breve presentazione dello scrittore Paolo di Paolo, lo storico Giovanni De Luna ha voluto raccontare la storia del nostro paese attraverso un racconto suggestionato dalle fotografie. Per questo progetto sono state infatti isolate 100 tessere fotografiche, di cui venticinque sono state oggi mostrate al Salone del Libro.

Canfora e Augias S.p.A. – Demolizioni di muri e affini

Due nomi, due visionari, due opinioni opposte: queste le premesse del focoso ed attesissimo dibattito tra Luciano Canfora, filologo e storico, e il giornalista Corrado Augias. Senza risparmio di frecciate e tranchant, chiave di volta dell’evento del 20 maggio al Salone Internazionale del Libro è stato l’Ideale, ponte tra le civiltà passate e l’odierna società: mondi che, alla luce di quanto è stato detto dalle due parti, non risultano poi