Posts From RedazioneGrigoletti

Una vita a fumetti

Oggi al salone del libro si sono visti insieme per la prima volta quattro dei più famosi fumettisti italiani: Daniele Cuello, Nova, Alberto Madrigal e Zerocalcare, mediati dalla partecipazione di Michele Foschini, direttore editoriale della Bao Publishing. Dopo le presentazioni ed alcune informazioni generali, l’argomento si è spostato sull’organizzazione lavorativa degli autori, non senza qualche battuta scherzosa da parte di Foschini, riguardante la preparazione “super programmata” di Cuello, o quella

La popolocrazia porterà alla nullocrazia?

In quanti sono davvero soddisfatti della situazione politica italiana attuale? Sicuramente non lo è Ilvo Diamanti, che con il suo nuovo libro Popolocrazia: la metamorfosi delle nostre democrazie traccia un dettagliato quadro metaforico dell’evoluzione della democrazia nel nostro Paese. Secondo lui e Marc Lazar, coautore del libro, il populismo sta eclissando la democrazia rappresentativa. Hanno preso parte alla presentazione del libro anche Giuseppe Laterza e Ferruccio de Bortoli, i quali

De vulgari eloquentia 2.0: l’italiano del ventunesimo secolo

I grandi studiosi della lingua italiana si ritrovano insieme al Salone per un’incontro ai massimi livelli. Si tratta di Luca Serianni, Francesco Sabatini, Vittorio Coletti e Giordano Meacci. Tramite degli esempi concreti, hanno analizzato per punti i cambiamenti e gli aspetti più profondi della lingua a partire dal macrotema della norma linguistica. Secondo il professor Sabatini, questa dovrebbe essere relativizzata al contesto e non utililizzata con inconsapevolezza o con gli

Harry Potter e il dono di Francesco Pannofino

Tra i moltissimi ospiti di quest’edizione del Salone c’è stato spazio anche per il noto doppiatore, attore e regista, Francesco Pannofino. In collaborazione con Audible, azienda che si occupa della realizzazione e vendita di audiolibri, ha registrato la saga del piccolo mago Harry Potter. Per lui, che già aveva dato voce al guardiano Hagrid, è stato ancor più difficile interpretare fedelmente ogni personaggio, senza risultare mai banale o monotono. Durante

Le “ironiche fortune” nel dramma di Alice Sebold

È il 1999 quando esce Lucky, il mémoire della scrittrice americana Alice Sebold. Porta alla luce nella sua autenticità la storia autobiografica dell’autrice. Racconta i fatti dell’aggressione, dello stupro, del processo e infine della violenza simbolica (a volte involontaria) dopo il trauma. Il suo scopo è quello di sottolineare, attraverso un racconto personale, ma di un’incredibile lucidità, l’importanza della parola, come filo di Arianna per uscire dal labirinto. Secondo l’autrice

Un’autrice per ascoltare il nostro tempo

Accogliere i tempi ascoltando. E’ il nuovo libro di poesie di Naike Agata La Biunda, l’autrice siciliana ospite al Salone del Libro insieme ad altri due poeti emergenti, Alessandro Bellasio e Maria Borio.  Fondatrice del Centro di Poesia Contemporanea di Catania, nonché dottoressa in lingue, pubblica la sua raccolta per LietoColle&Pordenonelegge. Dopo un’esaustiva spiegazione dell’opera da parte del professor Roberto Cescon, ella aggiunge ancora un tocco raffinato all’incontro descrivendo la

Traduttore: un lavoro per pochi

Il lavoro di traduttore non è mai stato un lavoro semplice: lo ha dimostrato nell’incontro di oggi Ottavio Fatica, parlando del suo corrente lavoro, riguardante la nuova traduzione del primo volume di uno dei best-seller più conosciuti al mondo: Il Signore degli Anelli. Nel corso dell’incontro, con la partecipazione dello scrittore Roberto Arduini (membro dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani) e la mediazione dell’autore Alessandro Mari, sono stati presi in considerazione i

Cultura e talento in gara

L’incontro si apre con qualche breve spiegazione che il mediatore, l’autore Luca Bianchini, fornisce riguardo alla presentazione della X Edizione delle Olimpiadi della Cultura e del Talento. L’idea nasce da Daniele Ceccarelli, che all’epoca aveva solo 21 anni: impiegato al comune di Civitavecchia, si occupava al tempo dell’aspetto culturale della città; il programma di queste Olimpiadi nasce immaginandole non come concorso, ma come progetto cittadino. In seguito l’invito viene esteso

Giallo come colore della poesia

Giallo: un colore vivo come le raccolte di liriche dei tre giovani autori ospiti oggi all’incontro tenutosi alla Sala della Poesia. Stili diversi, visioni differenti, ma tutti e tre altamente convincenti nel proprio essere: sono Alessandro Bellasio, Maria Borio e Naike Agata La Biunda. Poeti della Gialla (iniziativa per la promozione dei giovani poeti della penisola curata da LietoColle e PordenoneLegge) presentano a Torino i loro nuovi lavori, dove l’anima

Semplice, profondo, efficace

Niente paroloni, elogi o grandi messe in scena: solamente due leggii ai lati di un palco, dove Michele Placido e Maria Pia Calzone hanno dato voce ai personaggi del nuovo romanzo di Maurizio De Giovanni Sara al tramonto. Si potrebbe definire una presentazione unica nel suo genere, composta solamente da una lettura calda, intensa e profonda di qualche capitolo del libro. L’unico momento in cui l’autore è intervenuto é stato