Un pazzo che si crede sano per fingersi pazzo: è così che la figura di Don Chisciotte prende vita tra le parole e le pagine di Claudio Visentin e Stefano Faravelli, autori del libro “Alla ricerca di Don Chisciotte” (Ediciclo). Un lungo viaggio, il loro, sulle orme dei due protagonisti e che ripercorre le loro vicende, sullo sfondo della Mancia.

Gli autori iniziano un viaggio in questa regione, alla ricerca del sepolcro dell’Eroe, ripercorrendo la Ruta de don Quijote, visitando i luoghi raccontati nel  romanzo, lottando contro la banalizzazione di Don Chisciotte e di  Sancio e la semplificazione della loro storia.

Stefano e Claudio  poco per volta si calano totalmente nei panni dei protagonisti, l’uno facendosi coinvolgere dai miraggi di don Chisciotte, l’altro, invece, più concreto, cercando di riportarlo con i piedi per terra. Il Cavaliere non è un folle, ma un uomo che vede la realtà da un’altra prospettiva, proprio come l’uomo nella caverna citata da Platone, non guarda la realtà illuminata, ma solo la sua ombra.

Quella della  pietra filosofale è la metafora che Stefano utilizza per paragonare questo potere alla visione che Don Chisciotte ha della realtà: si parla appunto di  visione, leit motiv di tutta la letteratura e  tema del Salone del Libro.

Don Chisciotte  vive in un’epoca che non gli appartiene, come se fosse sempre fuori tempo: secondo gli autori, i mulini a vento rappresentano lo scorrere del tempo e il desiderio del cavaliere di volerlo fermare, per allontanare la morte. L’eroe viene accostato ad altri celebri personaggi della letteratura; a differenza di Amleto, riflessivo e introspettivo, Don Chisciotte agisce e lotta per la giustizia e per la libertà. Don Giovanni è un avventuriero, mentre Don Chisciotte è un innamorato fedele e romantico, come Romeo.
Le avventure di Don Chisciotte e Sancio Panza non rappresentano il primo modello di romanzo moderno, piuttosto l’ultimo del periodo arcaico, dove i protagonisti diventano  la personificazione dell’arte, sempre alla ricerca dell’eternità. È un viaggio all’interno di un perpetuo vortice di passioni che travolgono il protagonista e il suo compagno,  che  li rende ancora vivi ed  estremamente attuali.

Alessandro Caruso (liceo scientifico Majorana) – tutor Fuorilegge

Alice Lomonte, SMS Caduti di Cefalonia